Aniello Cuomo was born in Nocera Inferiore, Salerno, on 9th April 1956. Graduated at Law School of Università degli Studi di Salerno on 1982, started the legal practice in civil and administrative law. On 1983 he passed the exam for public employment and became Junior Lieutenant in the roles of Harbour Master Authorities, a Navy sector within the Ministry of Transportation. On 1988 ha was admitted as lawyer to the Italian Bar attending the following courses years: Maritime transport technique “Law, Technique and Economics of Maritime transport” “La Sapienza” University of Rome, 1989; Course of specialization in International Maritime Law “The new law of the sea and its application in the Mediterranean” University of Rome “Tor Vergata”, 1994. On June 2016 he leaved the Harbour Master service with the rank of Vice Admiral, and he started again the legal practice advising on administrative and maritime matters, focusing in particular on public maritime domain, port activities, coastal administrative services, ownership of vessels, seafarers contracts, pleasure boating and everything related to maritime navigation. In the course of his over 30-year career as an officer of the Maritime Authorities, he has held numerous positions, including among others: Commander of the Port of Piombino; Director of the local Port Labuor Office; Vice Commander of the ports of Naples and Salerno; Head of section of the state property - litigation of the Port Authority of Naples. In the 90s he managed the complex and numerous cases of violation of maritime public domain that affected the shoreline in the Campania Region, taking care of both criminal and administrative aspects linked to the related litigations resulting from the abusive construction of the Coppola Pinetamare Village State property, located on the coast of the Municipality of Castelvolturno. He has been a lecturer in the area of management and use of the maritime domain, of protection of the coastal strip and port system, in professional training courses (Formez) and university masters. From 1992 to 2001 he collaborated with the legal journal “Prime Note” published by Editions of the Autonomies of Rome, publishing comments and notes to regulations concerning maritime, port, shipbuilding and shipowning. He is the author, also of other publications, in maritime matters, among which the most relevant are reported: “Genesi ed evoluzione di una coscienza ambientale globale (Genesis and evolution of a global environmental consciousness)” in “Le Coste Salernitane”, curated by Massimo Rosi and Ferdinando Jannuzzi, Giannini Editore, Napoli, 2005; “Tutela della zona costiera” (Protection of the coastal area) in “L’area costiera mediterranea” (The Mediterranean coastal area) curated by Massimo Rosi and Ferdinando Jannuzzi, Giannini Editore, Napoli, 2002; “Il demanio marittimo: gestione ed uso”( The maritime domain: management and use) in “La fascia costiera della Campania” (The coastal strip of Campania ) curated by Massimo Rosi, Giannini Editore, Napoli, 1999.

Aniello Cuomo è nato a Nocera Inferiore (SA) il 9 aprile 1956. Laureatosi in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Salerno nel 1982, dopo aver effettuato pratica legale in diritto civile e amministrativo, nel 1983 ha vinto il concorso per la nomina a Sottotenente di Vascello nei ruoli normali del Corpo delle Capitanerie di Porto. Intrapresa la carriera, non ha abbandonato gli studi giuridici, superando nel 1988 l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense e frequentando negli anni successivi i seguenti corsi: Corso di aggiornamento in Tecnica dei trasporti marittimi “Diritto, tecnica ed economia dei trasporti marittimi” Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, 1989; Corso di specializzazione in Diritto Internazionale Marittimo “Il nuovo diritto del mare e la sua applicazione nel Mediterraneo” Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, 1994. Lasciato il servizio e conseguito il grado di Contrammiraglio (CP), nella posizione di “ausiliaria”, avendone titolo, si è iscritto, nel giugno 2016, all’Albo degli Avvocati, per continuare ad occuparsi, seppure in veste diversa, delle problematiche giuridiche riguardanti il demanio marittimo; l’ordinamento portuale; il governo delle coste e dei porti; la proprietà e l’armamento della nave; i contratti di arruolamento della gente di mare; il diporto nautico e tutto ciò che attiene alla navigazione marittima. Nel corso della sua ultratrentennale carriera da ufficiale delle Capitanerie di Porto ha ricoperto numerosi incarichi tra i quali quello di Comandante del porto di Piombino; di direttore del locale Ufficio del lavoro portuale; di vicecomandante dei porti di Napoli e di Salerno; di capo della sezione del contenzioso demaniale della Capitaneria di Porto di Napoli, dove, nella seconda metà degli anni ’90, gli è stato affidato il compito di gestire i complessi e numerosi casi di abusivismo demaniale che interessavano il litorale domizio e di dedicarsi, in particolare, alla direzione di tutte le attività di polizia giudiziaria e di contenzioso amministrativo necessarie a contrastare le illecite conseguenze della realizzazione abusiva su beni dello Stato del Villaggio Coppola Pinetamare, sito sul litorale del Comune di Castelvolturno. è stato docente in materia di gestione ed uso del demanio marittimo, tutela della fascia costiera ed ordinamento portuale, in corsi di formazione professionale (Formez) e master universitari. Dal 1992 al 2001 ha collaborato con la rivista giuridica «Prime Note» edita dalle Edizioni delle Autonomie di Roma, pubblicando commenti e note a disposizioni normative in materia marittima, portuale, cantieristica e armatoriale. Tra le sue ulteriori pubblicazioni in materia marittima si riportano le più rilevanti: “Genesi ed evoluzione di una coscienza ambientale globale” in “Le Coste Salernitane” a cura di Massimo Rosi e Ferdinando Jannuzzi, Giannini Editore, Napoli, 2005; “Tutela della zona costiera” in “L’area costiera mediterranea” a cura di Massimo Rosi e Ferdinando Jannuzzi, Giannini Editore, Napoli, 2002; “Il demanio marittimo: gestione ed uso” in “La fascia costiera della Campania” a cura di Massimo Rosi, Giannini Editore, Napoli, 1999.